Cookies information!

Paolo video Barcellona 2008

2007, 1h, spagnolo (disponibile anche in versione con titoli e sottotitoli in italiano)


Cruzada in spagnolo significa anche “attraversamento”, “giro”.

Nell'anno 1991, nel pieno della durissima crisi economica seguita al disintegrarsi dell'Unione Sovietica, alcuni attori della provincia di Guantanamo, la più povera di Cuba, “riciclando” la propria preparazione militare, organizzano una spedizione che porti il teatro alla montagna. Con tende e muli, baracche e burattini, vanno a piedi verso le “zone di silenzio”, tra campagne e villaggi dove non si è mai visto uno spettacolo, dove non arriva neppure la corrente elettrica: da allora, la “Cruzada Teatral” si ripete ogni anno, durante più di 30 giorni, con inizio il 28 gennaio, la data di nascita di José Martí, l'eroe nazionale cubano. Così come Martí  amava molto i bambini, la Cruzada durante il giorno porta il teatro nelle scuole per i più giovani, mentre la sera, nelle piazze o in altri spazi aperti, si rappresenta per il pubblico di ogni età.


Ho seguito per 15 giorni l'edizione 2007: gli spettacoli, le prove, i trasferimenti attraverso le strade sterrate o risalendo il corso dei fiumi, la vita negli accampamenti, l’accoglienza delle popolazioni, che in molti casi restituiscono alla carovana degli attori il loro teatro.  Ne ho ricavato un video di un'ora, che racconta dall'interno una manifestazione della società civile cubana molto lontana dagli stereotipi, sia turistici che “di regime”.

Persa all'ultimo momento la collaborazione con una "TV di strada" italiana, mi sono ritrovato alla fine con 2 piccole videocamere digitali e ho fatto praticamente tutto da solo, ospite del Consejo Nacional de las Artes Escenicas di Cuba e con un contributo da parte della UILT (Unione Italiana Libero Teatro).

Video di Paolo Beneventi: La Cruzada Teatral

Paolo Back (history)